EMUC17
Twelfth European Symposium
Xagena Mappa
Medical Meeting

Anticorpi anti-HLA leganti il complemento e sopravvivenza ad allotrapianto di rene


Gli anticorpi anti-HLA ostacolano il successo del trapianto, e l’attivazione della cascata del complemento è coinvolta nel rigetto mediato dagli anticorpi.

Uno studio ha valutato se la capacità di legare il complemento degli anticorpi anti-HLA possa avere un ruolo nel fallimento dell’allotrapianto di rene.

Nello studio di popolazione sono stati arruolati pazienti che avevano ricevuto un rene da donatore in 2 Centri trapianto di Parigi ( Francia ) nel periodo 2005-2011.

I pazienti sono stati sottoposti a screening per la presenza di anticorpi circolanti anti-HLA specifici del donatore e per la loro capacità di legare il complemento.

Sono stati valutati il fenotipo di danno da trapianto e il tempo al rigetto del rene ricevuto.

L’analisi primaria ha incluso 1.016 pazienti.

Pazienti con anticorpi anti-HLA donatore-specifici leganti il complemento hanno mostrato il più basso tasso annuale di sopravvivenza del trapianto a 5 anni ( 54% ), rispetto ai pazienti con anticorpi anti-HLA donatore-specifici non-leganti il complemento ( 93% ), e ai pazienti senza anti-HLA donatore-specifici ( 94% ) ( P inferiore a 0.001 per entrambi i confronti ).

La presenza di anticorpi anti-HLA donatore-specifici leganti il complemento dopo il trapianto è risultata associata a un rischio di fallimento del trapianto più che quadruplicato ( hazard ratio, HR=4.78 ) quando aggiustato per fattori clinici, funzionali, istologici e immunologici.

Questi anticorpi sono stati anche associati a un aumento del tasso di rigetto mediato da anticorpi, un fenotipo di danno da trapianto più grave con infiammazione microvascolare più estesa e un aumento del deposito di frazione C4d del complemento nei capillari dell’organo trapiantato.

L’aggiunta degli anticorpi anti-HLA donatore-specifici leganti il complemento a un tradizionale modello di rischio permette di migliorare la stratificazione dei pazienti a rischio di fallimento del trapianto ( miglioramento netto continuo della riclassificazione, 0.75 ).

In conclusione, la valutazione della capacità di legare il complemento degli anticorpi anti-HLA donatore-specifici è utile per identificare pazienti ad alto rischio di fallimento del trapianto di rene. ( Xagena2013 )

Loupy A et al, N Engl J Med 2013; 369: 1215-1226

Nefro2013 Diagno2013 Chiru2013



Indietro