EMUC17
Xagena Mappa
Twelfth European Symposium
Xagena Newsletter

Effetti del Bicarbonato di sodio nelle fasi 3 e 4 della malattia renale cronica


L'acidosi metabolica associata a malattia renale cronica ( CKD ) può contribuire alla disfunzione muscolare e alla malattia ossea.
Uno studio clinico multicentrico, randomizzato, controllato con placebo, ha verificato se il trattamento con Bicarbonato di sodio fosse in grado di migliorare gli esiti muscolari e ossei.

Hnano preso parte alla ricerca 149 pazienti con insufficienza renale cronica in stadio 3 e 4 nel periodo 2011-2016 presso 3 Centri statunitensi.
I pazienti erano stati assegnati a Bicarbonato di sodio ( 0.4 mEq per kg di peso corporeo ideale al giorno ) ( n = 74 ) oppure a placebo ( n = 75 ).

Gli esiti primari erano rappresentati dalla funzione muscolare misurata mediante test sit-to-stand ( seduto-in piedi ) e densità minerale ossea.

Le biopsie muscolari sono state eseguite al basale e a 2 mesi. I partecipanti sono stati osservati al basale e a 2, 6, 12 e 24 mesi.

Il livello medio di bicarbonato sierico medio al basale era di 24.0 mEq/L e la velocità di filtrazione glomerulare stimata ( eGFR ) media al basale era di 36.3 ml/min/1.73 m2.
Le caratteristiche al basale non differivano tra i gruppi.

I livelli sierici medi di bicarbonato nel braccio di intervento durante il follow-up erano 26.4, 25.5, 25.6 e 24.4 mEq/L ( rispettivamente a 2, 6, 12 e 24 mesi ).
Questi erano significativamente più alti rispetto al gruppo placebo ( P inferiore a 0.001 ).

Rispetto al gruppo placebo, i partecipanti assegnati casualmente al trattamento con Bicarbonato di sodio non hanno presentato differenze significative nel tempo sit-to-stand ( 5 ripetizioni: P = 0.1; e 10 ripetizioni P = 0.07 ) o densità minerale ossea ( P = 0.3 ).

Il trattamento con Bicarbonato di sodio ha causato una diminuzione dei livelli sierici di potassio con una significatività statistica borderline ( P = 0.05 ).

Non ci sono state differenze significative nei tassi stimati di filtrazione glomerulare, pressione arteriosa, peso, eventi avversi gravi o livelli di espressione genica muscolare tra i gruppi assegnati in modo casuale.

Dallo studio è emerso che la terapia con Bicarbonato di sodio nei pazienti con nefropatia cronica in stadio 3 e 4 aumenta significativamente il livello di bicarbonato sierico e diminuisce i livelli di potassio.
Nessuna differenza è stata trovata nella funzione muscolare o nella densità minerale ossea tra i gruppi assegnati in modo casuale.
Sono necessari studi più ampi per valutare gli effetti sulla funzione renale. ( Xagena2020 )

Melamed ML et al, Am J Kidney Dis 2020; 75: 225-234

Nefro2020 Farma2020


Indietro